Telefono erotico lesbiche

Oggi abbiamo pensato bene di intervistare Marianna, una ragazza lesbica che ha sempre voluto confrontarsi con il suo stesso sesso ma che non è mai riuscita a farlo per timore dei suoi cari e di come la società avrebbe mai potuto reagire. Ha provato a farlo di nascosto, ma ogni volta è stata frenata da un istinto di prudenza. Fino a quando, rivolgendosi al telefono erotico lesbiche, tutto è cambiato, non è forse così Marianna?

899.00.50.40

Solo 93 cents al minuto (iva compresa) da tutti i cellulari!

«Sì, è proprio così. Come avete anticipato, non sono mai riuscita ad esprimere la mia omosessualità perchè come ben saprete non è che viviamo in una società particolarmente aperta e tollerante: fossi stata nel Nord Europa l’avrei presa molto più alla leggera, ma si sa che in Italia se non sei conformista sei fuori dai giochi. Ma provando a mettermi in contatto con una ragazza lesbica al telefono che ho conosciuto tramite pubblicità in un sito internet lgbt, devo dire che mi si è aperto un mondo».

Con lei sei riuscita a tirar fuori il tuo carattere, giusto? Quali tabù sei riuscita a rompere con il suo aiuto?

«Moltissimi direi. Ho certamente tirato fuori il carattere perchè ho imparato ad accettare la mia omosessualità, e l’ho fatto innanzitutto cominciando a raccontare questo mio piccolo segreto alle persone che ritengo possano capirmi maggiormente. Ma grazie al sesso lesbo al telefono sono riuscita, per l’appunto, ad avere anche la mia prima esperienza sessuale con una donna! Il che non è affatto irrilevante se consideriamo che è quello il reale rapporto di intimità che mi interessa: quello con una donna proprio come me, che sia femminile e formosa, che sia a tratti timida e a tratti sfacciata. In sostanza sono riuscita a coronare un sogno e al tempo stesso a soddisfare una necessità, ed oggi sono molto felice di questo: il futuro lo vedo un po’ più in discesa!».

Lascia un commento